Bio


Mattia Rondelli ha conseguito il diploma in direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano, per poi perfezionarsi con Piero Bellugi, Jorma Panula e Donato Renzetti.

Dal prossimo novembre 2013, su invito del M° Valery Gergiev, sarà chiamato regolarmente a collaborare con lo stesso M°  Gergiev e il teatro Mariinsky di San Pietroburgo; già nel 2011 era salito sul podio dei complessi del Teatro Mariinsky, in occasione del Festival delle Notti Bianche di S. Pietroburgo, per dirigere la prima esecuzione mondiale in tempi moderni di due pagine sacre di Giuseppe Sarti. In quella occasione, il cast d’eccezione comprendeva tra gli altri la presenza di Barbara Frittoli ed Ekaterina Semenchuk. La registrazione live del concerto, pubblicata da Sony Music, ha raccolto consensi dalla critica: ” Mariinsky Chorus and Orchestra, e un quartetto vocale brillantemente diretti da Mattia Rondelli. […] notevole coesione dell’insieme, e dell’energica e vibrante direzione” (Bolzan, Musica); “pezzi sacri […] qui incisi con passione autentica da Mattia Rondelli a capo delle maestranze del Teatro Mariinsky” (Girardi, Corriere della Sera).

Recente è stato il suo debutto sul podio del Teatro Regio di Torino, che ha raccolto unanimi consensi di pubblico e di critica.
Ha avuto, inoltre, il privilegio, negli ultimi anni, di essere ospite di importanti istituzioni: ancora a S. Pietroburgo, con l’orchestra Sinfonica della Philharmonia ha diretto la prima esecuzione pietroburghese di Turandot Suite e Tanzwalzer di Busoni;  ha debuttato a Carnegie Hall a New York, ed è tornato all’Harris Theater di

Chicago sul podio di Civic Orchestra; infine è stato ospite oltre che del Teatro Malibran di Venezia, anche dell’Orchestra Sinfonica Nazionale del Perù dove ha diretto la Sesta sinfonia di G. Mahler.

Invitato da Bologna Festival nel 2008, ha eseguito con Barbara Frittoli e sul podio dei Virtuosi del Teatro alla Scala alcune importanti pagine di Luigi Boccherini, tra cui lo Stabat Mater. Il live di questo concerto gli è valso la prima pubblicazione e l’inizio della sua collaborazione con Sony Music.

Ha inoltre avuto il privilegio di dirigere St. Petersburg Academic Symphony Orchestra, l’Orchestra e il coro del Teatro Regio di Parma, l’Orchestra Accademia di S. Giorgio di Venezia, l’Orchestra Cantelli, Symphony in C Orchestra, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Filarmonica delle Marche, l’Orchestra della Fenice, l’Orchestra Sinfonica ‘Toscanini’, l’Orchestra Filarmonica di Torino e l’Accademia i Filarmonici di Verona. Nel 2004, inoltre, è stato il primo direttore ospite ad essere invitato da Gianandrea Noseda a dirigere l’Orchestra delle Settimane Musicali di Stresa, nell’ambito dell’omonimo Festival. Nel dicembre 2004 ha diretto a Pechino la Beijing Opera and Dance Theater Symphony Orchestra, alla presenza del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, in visita di Stato in Cina. Il concerto è stato mandato in onda via satellite in tutto il continente asiatico.

E’ stato assistente in diverse produzioni operistiche di Daniele Callegari, Gianandrea Noseda, e Donato Renzetti.
Ha inoltre conseguito il Diploma in Composizione presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano, dove ha studiato con Davide Anzaghi, Paolo Castaldi, Guido Guida, e Sonia Bo.

La sua formazione si è arricchita sul piano umanistico avendo conseguito, dopo gli studi classici, la laurea in giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano, con una tesi su “L’economia del teatro d’opera”, con espresso riferimento alla riforma degli enti lirici italiani.